Vero gioiello del nostro Sud Italia, Capua è una città che vi stupirà per la sua storia, le sue tradizioni, l’arte, la cultura e, non ultima, per la sua incredibile gastronomia e per la sua tradizione culinaria.
Per gli antichi Romani, la città apparteneva al territorio della “Campania Felix”, una zona ricca e feconda, snodo nevralgico dei commerci e centro culturale, politico e sociale dove avevano dimora le nobili famiglie patrizie.
La città merita di essere vista con calma e necessita di almeno un week end, perché numerose sono le cose da vedere e le sue attrazioni artistiche, religiose, storiche ed architettoniche.
Capua, cosa che forse molti ignorano, era infatti una delle città più estese del mondo antico, seconda soltanto a Roma, tanto da meritarsi il soprannome di “altera Roma” (la seconda Roma). Non a caso, il suo anfiteatro era il più grande e prestigioso dopo quello di Roma del Colosseo.
Della antica struttura dell’anfiteatro è ancora possibile vedere la cava, l’arena e gli ambulacri. Nelle vicinanze sorge l’Arco di Adriano, che anticamente simboleggiava l’ingresso della città nella via Appia che conduceva a Roma.
Come prima tappa, per chi volesse approfondire la tematica storica delle origini della città, consigliamo una visita al Museo Provinciale Campano, un museo forse poco conosciuto ma che custodisce preziosi reperti dell’arte pittorica campana.
Al museo appartengono una ricca collezione di reperti archeologici, tra cui, vero fiore all’occhiello, le celebri “Matres Matutae”, cui si aggiungono un’insieme di preziose sculture, di quadri e una biblioteca con manoscritti datati dal Cinque all’Ottocento.
Altro luogo che vi suggeriamo di visitare è la Chiesa dei Santi Rufo e Carponio. Famosa anche per i reperti storici longobardi, questa Chiesa conserva tracce della prima tradizione cristiana della Regione Campana.
Sempre in tema di mete e luoghi religiosi, da vedere anche la Chiesa della SS Annunziata: imponente e bellissima la navata centrale la cui grandiosità è aumentata e potenziata anche dal colore bianco e dalle ampie vetrate.
Molto ricca sotto un profilo artistico anche la Chiesa di Sant’Eligio e quella della Maddalena.
Chi volesse invece scoprire un po’ di più dell’identità antica e della storia delle origini della città, allora può partecipare ad uno dei numerosi tour nei sotterranei della città che vi faranno scoprire gli antichi resti romani.
Sempre sotto un profilo storico, meritano una visita anche il Castello di Carlo V la Porta di Capua o Torri di Federico II, Porta Napoli ed il bellissimo Castello delle Pietre che custodisce incredibili reperti della storia normanna.
Nei pressi di Capua sorge inoltre Sant’Angelo in Formis, una piccola frazione composta da tre rioni. Nel più antico, a nord rispetto agli altri due, si trova l’Abbazia benedettina.
Costruita in stile bizantino e dedicata a San Michele Arcangelo, questa Abbazia è stata edificata sui basamenti dell’antico tempio della Diana Tifatina. Bellissima la terrazza panoramica da cui si gode di una vista incredibile su Capua. L’Abbazia è un piccolo ma importante simbolo dell’architettura e dell’arte romanica con influenze bizantine. Da non perdere sono gli affreschi, risalenti all’XI secolo e ispirati ad episodi tratti dall’Antico e dal Nuovo Testamento.
A poca distanza dall’Abbazia sorge il cimitero garibaldino.
Eretto in omaggio ai caduti, morti durante l’assedio di Capua e nella Battaglia del Volturno del 1860, questo cimitero è una testimonianza importante della storia del nostro paese.
Questi sono solo alcuni dei posti da vedere. Camminando per la città potrete inoltre scorgere e fotografare degli scorci incredibili e potrete vivere l’atmosfera unica ed incredibile di questa città, forse poco nota ma di certo estremamente ricca e suggestiva.